pierpaoloscattolinPier Paolo Scattolin è nato a Bologna nel 1949; svolge attività come direttore d’orchestra, di coro e compositore. Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna, dove ha conseguito i diplomi di musica corale e direzione di coro (1974), di composizione (1980), di direzione d’orchestra (1982). La formazione musicale è avvenuta con Grandi, Franchini, Manzoni, Clementi per la composizione, Gotti per musica corale, G.Bellini, Gelmetti e Ferrara per direzione d’orchestra. E’ laureato in lettere classiche presso l’Università di Bologna (1972). Direttore del Conservatorio di Musica di Mantova dal 1987 al 1997, è stato docente di Musica Corale e Direzione di coro e di musica da camera barocca presso il Conservatorio di Bologna fino al 2014. Attualmente è il direttore artistico del corso di formazione per direttori di coro “Chorus” organizzato dal coro Euridice (Rosanna Odorisio) con la collaborazione dell’Aerco. Dal 2013 è direttore della Cappella musicale di S.Biagio Di Cento (Ferrara). Dal 1976 è direttore artistico della Società Corale Euridice di Bologna, con la quale svolge attività concertistica a cappella e sinfonico-corale. Dal 1978 al 1988 ha diretto l’”Ensemble di musica contemporanea” di Bologna con numerose prime esecuzioni. Dal 1985 al 2001 è stato direttore principale dell’orchestra “Camerata padana” di Carpi. E’ ospite presso numerose orchestre italiane ed europee e svolge attività concertistica con importanti formazioni corali europee. Collabora con gruppi da camera fra cui recentemente il quartetto “Kronos” di Los Angeles, il “Coro da Camera di Cracovia”. Nel 2000 ha partecipato alla tournée europea di “Voices of Europe”. Dal 1998 al 2001 stato responsabile artistico del coro “Gaudeamus” del Liceo classico Minghetti di Bologna. E’ direttore artistico del Festival Internazionale Corale “Città di Bologna”; ha fatto parte della giuria del concorso per direttori di coro “M. Ventre” di Bologna; è stato presidente del concorso di composizione “Seghizzi” di Gorizia e dell’A.E.R.CO. (Associazione Emiliano-Romagnola Cori), consulente di Europa Cantat ed è stato membro della commissione artistica della Feniarco. Nel 2004 ha fondato il Coro da camera di Bologna”, formazione professionale specializzata nella produzione di musica barocca, contemporanea e nel repertorio sinfonico-corale e che nel 2009 ha inaugurato la stagione sinfonica di Santiago de Campostella. E’ autore di numerose composizioni orchestrali, cameristiche (strumentali e vocali) e corali, di edizioni critiche e scritti sulla musica medievale. Le sue composizioni per coro sono raccolte in due volumi dal titolo Itinera I (2007) e II (in corso di stampa); nella sua produzione si segnalano inoltre le fiabe in musica per ragazzi “Il suonatore di cornamusa” e “La principessa della cenere”: fra le composizioni strumentali e orchestrali si segnalano in particolare il Requiem per coro e strumenti (2008), Fragmenta per pianoforte (1980); Ludus per orchestra giovanile (1987); Ricercare per spinetta o celesta (1987); Zodiacus per chitarra (1987) e Zodiacus IV per arpa, pianoforte e due voci; la suite sinfonica “…quando quello sciamano della luna…” per orchestra (2001), Bagatella in contrappunto per pianoforte (2002), Piccola suite natalizia per oboe, violino, arpa, voce e organo (2007), Riverberi per due trombe e organo (2008) e Trenodia (2015). Svolge stages in Italia ed Europa di perfezionamento per direttori e gruppi vocali-strumentali sulla musica del Novecento e contemporanea, del teatro musicale da camera e sulla musica rinascimentale-barocca (Santiago de Campostella, Cracovia, Uppsala ecc.). Le sue più importanti pubblicazioni musicologiche sono l’edizione critica della “Messa in Do maggiore” per soli, coro e orchestra di F. Schubert, op.48, Neue Schubert Ausgabe, Barenreiter, 1982; “Mensurabilis musicae tractatuli”, Forni, Bologna, 1975; “Euridice – Cento anni di coralità a Bologna”, Tamari, Bologna, 1983; l’edizione critica de “Il Filosofo di campagna” di B.Galuppi, commissionata dall’associazione musicale “Farandola” di Pordenone e un volume sull’attività di ricerca, di divulgazione dell’attività corale e le composizioni di Giorgio Vacchi (“Quaderni di Farcoro”, 8, 2007, Aerco). Attualmenre sta curando l’edizione critica e discografica (Tactus) delle 12 messe polifoniche di Camillo Cortellini. Fra le opere didattiche si segnalano in particolare “Propedeutica alla direzione” pubblicati nei “Quaderni di Farcoro” (Aerco) e in edizione riveduta e ampliata dalla Feniarco (2012) ed “Esercizi di intonazione e lettura per coro”, “Alea e improvvisazione per coro”. In qualità di direttore di coro e di compositore ha ricevuto premi nazionali e internazionali. Numerosa è la discografia riguardante la musica antica e contemporanea (Tactus, La bottega Discantica, Ipecac).